Vai alla versione accessibile del Comune di Lesignano

Home / Albo Pretorio / Amministrazione trasparente / Statuto / Bandi / Delibere / Documenti / Servizi e Uffici / Personale / Organi / Sindaco / Appuntamenti / Cittadini al voto /

AVVISO PER FORMAZIONE ELENCO OPERATORI ECONOMICI LAVORI PUBBLICI 2016-2017

CASA DELL’ACQUA

Cittadinanza Attiva

Consulte Frazionali

ELENCO VIE

ESERCIZI PUBBLICI E RISTORANTI

GRADUATORIA NIDO D'INFANZIA A.S. 2016/2017

LE FORME DI ACCOGLIENZA

Piano d'azione per l'energia sostenibile (PAES)

Referendum del 17 Aprile 2016

RISERVA MAB-UNESCO

SERVIZIO MESSAGGERIA SMS

SICUREZZA SUL TERRITORIO e CONTROLLO DI VICINATO

 
Lesignano de' Bagni

Natura, storia e gastronomia

Il territorio di Lesignano de' Bagni è posto lungo l'interfaccia pianura - collina e quindi luogo naturale di passaggio fra le diverse realtà della montagna emiliana e della "bassa" padana.

Le principali realtà naturalistico-ambientali sono di tipo:

  • geologico, con la presenza di salse o "barboj", consistenti in pozze affioranti tra le argille di aree paludose, spesso sotto forma di vulcanelli, che emettono di continuo gas gorgoglianti;
  • geomorfologico, con la presenza di calanchi: nascono dall'azione dilavante delle acque piovane e consistono in profonde incisioni nel terreno che mettono a nudo la sua struttura geologica;
  • floristico e vegetazionale, con la presenza di numerosi ulivi e specie protette;
  • faunistico e paesaggistico.

La prima menzione di Lesignano de’ Bagni si trova in un testamento dell'agosto 1094. Fu sotto il dominio dei Visconti dal 1346 al 1447. L'appartenenza al feudo dei Conti Rossi è provata dal testamento di Pier Maria Rossi del 1464. Fu proprio Pier Maria Rossi che volle valorizzare le acque termali presenti a Lesignano, facendone espurgare i pozzi e restaurare la casa di cura. Nel 1761 tutto il territorio di Lesignano e delle frazioni di Rivalta, Stadirano e S. Maria passò sotto il dominio del Duca Sforza-Cesarini. Dopo il decreto di Napoleone I° del 1805, inteso ad abolire tutte le giurisdizioni feudali le terre di Lesignano entrarono a far parte del Comune di Parma. Ma l'anno seguente Lesignano si costituì come libero comune, assumendo nel 1837 la definitiva denominazione  “Lesignano de’ Bagni”.

Nel capoluogo del Comune si trova la Pieve di S. Michele, che conserva ancora alcune parti risalenti all'epoca romanica. Sempre nel capoluogo va ricordato l'Oratorio di S. Fermo che secondo la tradizione fu fatto erigere da Pier Maria Rossi. A S. Michele Cavana si trova la Badia Vallombrosana, fondata nel 1111 con il contributo dei Conti Della Palude e di Matilde di Canossa. La cripta custodisce le spoglie di S. Basilide.

La gastronomia è certamente legata alle tradizioni culinarie tipiche dell'Emilia e di Parma in particolare, ma è arricchita dal fatto di trovarsi al centro della zona di stagionatura del prosciutto di Parma. Numerose sono, soprattutto in primavera ed estate, le manifestazioni gastronomiche che propongono piatti della tradizione a base di salumi, Parmigiano e vino dei Colli.

 








SUAP
Sportello Unico delle Attività Produttive

» PSC Piano Strutturale Comunale
» RUE Regolamento Urbanistico Edilizio
» Adozione prima VARIANTE AL RUE

CHAPONOST
Comune gemellato


Clicca qui per gli itinerari di Lesignano


Associazione Kino Mana








1^ MAGGIO FESTA DAL PAISAN

BROCHURE TURISTICA


43037 P.zza Marconi 1 - Tel. 0521 850211 Fax 0521 850845 - PEC protocollo@postacert.comune.lesignano-debagni.pr.it
Privacy - Note Legali
Home | Albo Pretorio | Amministrazione trasparente | Statuto | Bandi | Delibere | Documenti | Servizi e Uffici | Personale | Organi | Sindaco | Appuntamenti | Cittadini al voto |
Vai alla versione accessibile del Comune di Lesignano